Indignati contro il neoliberismo capitalista

INDIGNATI DI TUTTA ITALIA UNITEVI PER UNA SINISTRA RADICALE ED ANTICAPITALISTA

Enrico Berlinguer dopo il colpo di stato in Chile decise di abbondanare la strada della lotta optando per un “compromeso storico” coinvolgendo più ambi strati della popolazione. Caduto il muro del Berlino il P.C.I. anzichè proporre un communismo democratico tipo Allende e vincere le elezioni fece una alleanza strategica sbagliata con i resti della D.C. , decimata da Antonio Di Pietro, facendo l’Ulivo prima ed il partito democratico dopo. I vecchi partigiani si trasformarono a parlamentari da poltrona.

In seguito naque rifondazione comunista che anzichè conquistare la coscienza popolare con la bontà del suo programma aumentando cosi i consensi si autodistrusse con le allenaze con i “compagni” dell’Ulivo.

Come dichirazione programatica era contro la guerra in Afghanistan ma quanto Prodi pose la fiducia votarono a favore di Prodi!!

Guardate che coerenza : “Se votiamo contro il governo cade è viene Berlusconi”.

Poi Berlusconi è venuto lo stesso e Rifondazione rimase fuori dal parlamento.

Nemesi storica questa.

Non è impèortante conquistare delle poltrone o dei ministeri ma cambiare le cose.

Il percorso politico di Syriza in Grecia mostra che la coerenza paga!!

Bisogna andare avanti nella strada indicata da Allende.

Bisogna nazionalizzare le banche e sconfiggere il neoloberismo.

La avidità el potere è in significato dei banchieri al governo.

la economia deve essre controlata dalla politica.

le banconotte devono avere un controvalore preciso in oro ed essre convertite in oro in qulsiasi momento. ossia non dovrebbe esistere moneta fitizia. Solo cosi la moneta sarà indicatore di valore ossia di ore di lavoro umano.

Adesso con la finanza speculativa la moneta è qualcosa di virtuale ed il suo valore cambia sostanzialmente a seconda delle speranze o delle paure deglki investitori in borsa. Paure e speranze create ad arte dai grandi banchieri.

le borse devono essere chiuse  e le banche devono essre monopolio statale.

Invece ora lo stato deve fare prestarsi soldi dale banche e pgare gli interessi.

Si nazionalizzino le banche senza indenizzo e si espropriano i banchieri.

Questa è la strada che la sinistra deve seguire.

Invece qui la sinistra si allea con il P.D. che mette a capo del governo Monti che fa gli interessi della Goldman Sachs e non quelli del popolo Italiano.

Advertisements