Con Beppe Grillo contro le banche!!

CADUTO IL GOVERNO MONTI GLI ITALIANI SONO CHIAMATI AL VOTO PER CAMBIARE PAGINA

 

Silvio Berlusconi interpretando il malcontento popolare ha tolto la fiducia al governo del prof. Mario Monti aprendo prospettive interessanti in un momento cruciale per il futuro dell’Euro  e della U.E. La televisione di stato cerca di far credere la popolazione che il governo Monti è un male necessario, un governo di unità nazionale che serve per fare quadrare i conti evitando chissà quali catastrofi mentre in realtà il suo governo è un governo di unità borghese per salvaguardare gli interessi delle banche e del capitale finanziario.

Sul sito di Wikipedia leggiamo :

“Mario Monti è stato, tra il 2005 e il 2008, il primo presidente del Bruegel[16], un comitato di analisi delle politiche economiche (think-tank), nato a Bruxelles nel 2005.

Nel 2010 è inoltre divenuto presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller[17] e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg[18]. Da questi incarichi si è dimesso il 24 novembre 2011, a seguito della nomina a presidente del Consiglio[12].

Tra il 2005 e il 2011 è stato international advisor per Goldman Sachs e precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute[19][20], presieduto dalla economista statunitense Abby Joseph Cohen.

È stato inoltre advisor della Coca Cola Company[20], membro del “Senior European Advisory Council” di Moody’s[21] ed è uno dei presidenti del “Business and Economics Advisors Group” dell’Atlantic Council[22]  ”.

Ossia Mario Monti è uno degli uomini del multimiliardario americano David Rockeffeler ed anche presidente Europea della famosa Commissione Trilaterale : www.trilateral.org. covo della elite del capitale finanziario mondiale.

La realtà, che la televisione non racconta, è che i ricchi banchieri americani, londinesi e olandesi hanno imposto uomini di loro fiducia capo dei nostri governi ricattando i nostri paesi con il meccanismo del debito pubblico. Vogliono indietro i loro soldi e per fare questo servono arridi banchieri con mente di ragionieri i quali fanno macelleria sociale. Italia o Grecia la musica è la stessa : Austerità, tagli, licenziamenti e liberalizzazione. Non governano più i politici ma i banchieri!! L’istinto del guadagno  governa a spese della ragione e di solidarietà umana! Questa è la politica neoliberista che non vuole regole e controlli, lacci e laccioli. Vuole libertà per le imprese,libertà di  fare contratti telefonici o di fornitura elettrica estorti con inganni ed artifici, libertà di licenziare, libertà di imbrogliare. Mentre i cavi telefonici sono marci e le infrastrutture non funzionano anziché investire si da licenze a  intermediari ( Wind, Vodafone, Edison, Albacom etc) con lauti guadagni per le multinazionali e perdita di posti di lavoro. Stavamo meglio con la Telecom monopolista  le Ferrovie dello Stato e le Poste Italiane!! A chi giovano queste liberalizzazioni? Non stavamo meglio prima qui a Ischia? Avevano collegamenti marittimi migliori, uffici postali in ogni borgo,  più posti in ospedale, non si pagava il ticket ed il prezzo  per assicurare le proprie auto era lo stesso per tutte le compagnie. I lavoratori erano protetti contro i licenziamenti ed in Italia avevamo il miglior artigianato al mondo che ora sta sparendo per colpa delle mercanzie cinesi a basso costo.

Tale politica ha bisogno di comprimere i diritti dei cittadini e dei lavoratori e di criminalizzare il dissenso. Infatti tutta la Europa è in fermento : manifestazioni e manganellate in Italia, in Spagna, in Grecia ed in Portogallo.Perciò vogliono imporre una giustizia a pagamento ( vedi mediazioni varie) e cacciare via gli avvocati che guadagnano poco sostituendole con società ligie agli interessi del capitale. per reprimere i cittadini e limitare l’accesso alla giustizia!!!!!!

Chi ha soldi oggi? Solo i banchieri e pochi privilegiati come i parlamentari ed i commessi del Senato che prendono 9.000 Euro al mese ed i figli amici e parenti dei politici piazzati alla R.A.I ed altri organismi di pubblica inutilità. ( Mettete su Google le parole “conigliera rai” ed arriverete al Blog di Beppe Grillo il quale documenta tutto).

Il popolo non ce la fa più ad arrivare a fine del mese e la protesta cresce. Questa non è una crisi del governo ma è una crisi del capitalismo e dello neoliberismo tout court.

La sinistra passa dallo Stalinismo alla difesa del capitalismo.

Dopo la caduta dei muri e la apertura degli archivi del KGB e della Stasi anche  i militanti più stupidi si sono resi conto che Foibe e Gulag no erano invenzioni della C.I.A ma crimini perpetrati da Stalin e dai suoi epigoni. Cosi il P.C.I. vergognandosi del proprio passato cercò a darsi una facciata di gente per bene. Prima è andata via la falce ed il martello, poi la parola sinistra e poi il partito si sciolse entrando in alleanza con gli avversari storici della D.C. formando l’attuale P.D . E cosi ci troviamo ora con un partito a favore dell’alta velocità , la abolizione della scala mobile, la espulsione di Ocalàn dall’Italia ed il tradimento delle aspettative dei deboli ed i poveri in generale. Bersani e compari appoggiano Monti che fa gli interessi di Rockefeller, (qui sotto nella fotografia), il quale sta

 

di fatto controllando la politica mondiale tramite il meccanismo del indebitamento bancario. Mario Monti , Lucas Papademos, Marco Tronchetti Provera ed altri politici nostrani ( vedi l’elenco su www.trilateral.org) fanno parte dei suoi club esclusivi, sono suoi consiglieri e fanno i suoi interessi. Lui è il nemico numero uno del popolo, a lui vanno i soldi tolti da stipendi e pensioni, lui è l’autore morale dei crimini commessi per il dio denaro. Se in Grecia o in Italia o in Portogallo la gente muore perché non ha soldi per pagare le medicine o le cure è perché lo stato dai i soldi alle banche e le banche danno i soldi alle  banche di Rochefeller.

Sino a Ciampi la Banca d’Italia fu controllata dal ministero del tesoro. Ora è privata e lo stato paga interessi per avere soldi mentre invece aiuta le banche in crisi socializzando le perdite e privatizzando i guadagni mentre  cittadini soffrono.

Le cause storiche della mancanza di una opposizione al sistema bancario ed al neoliberismo.

La gente è disorientata e no sa cosa fare perchè i miti sono crollati insieme al muro di Berlino. Per la gente della strada socialismo significa : Lenin , Stalin, Togliatti ed il socialismo “reale” della ex unione sovietica. Pochi sanno la realtà storica che è la seguente: Marx voleva un socialismo come quello della Comune di Parigi che era una sorta di democrazia diretta del popolo autogestito. Lenin invece per prendere il potere usò la parola d’ ordine “ Tutto il potere ai soviet, le assemblee dei lavoratori”. Poi in realtà comandava il partito bolscevico sterminando le opposizioni. Quanto il 1921 Lenin fece marcia indietro adoperando la “ nuova politica economica”  , cioè il ritorno al capitalismo, alcune avanguardie crearono comunità autogestite dove regnava un clima fraterno di solidarietà umana con la abolizione del denaro  basate sui principi del mutuo soccorso. Krostand è il porto più vicino a Pietroburgo. La i marinai, che avevano preso parte all’assalto del palazzo zarista, crearono una tale comunità contravvenendo agli ordini dei commissari bolscevichi. L’esperimento durò tre settimane. Poi l’armata rossa guidata da Trotsky soffocò nel sangue la rivolta. Idem con le comunità dei contadini formate da Nestor  Makhno in Ukraina.

 

 Makhno

Nestor Makno rivoluzionario Ukraino

Così siamo passati dalla dittatura del proletariato alla dittatura del partito epoi alla dittatura di uno uomo tou court. Stalin fece morire di fame e di stenti milioni di persone in Armenia in Ukraina in Russia, tutte le persone colte le quali potrebbero in teoria contrastarlo. Molti sprovveduti comunisti Europei che corsero in Unione sovietica sperando di trovare un paradiso socialista furono confinati, fucilati o morti di stenti nei Gulag. Purtroppo Solzenitsin non era un agente diffamatore della C.I.A. Il suo libro “ Arcipelago Gulag” racconta storie vere. Nella guerra civile spagnola molti volontari furono arruolati nelle brigate internazionali. Come il grande scrittore George Orwell che racconta la sua esperienza nel libro “Omaggio a Catalogna”, libro che ispirò il film “ terra e libertà”. Migliaia di rivoluzionari socialisti ed anarchici furono fucilati dalle brigate staliniste contribuendo cosi alla sconfitta del socialismo aprendo la strada alla vittoria del Franchismo. Stalin fornì ai rivoluzionari Spagnoli armi vecchi e mal funzionanti ottenendo  in cambio  tutto l’oro di Spagna republicana. George Orwell combatteva al fronte di Aragona nelle file del Partido Obrero de Unificatiòn Marxista  (P.O.U.M) in seno al quale le decisioni venivano prese in assemblea in

Orwell

 

George Orwell giornalista e

rivoluzionario Inglese.

un clima di fraterna solidarietà. La proprietà della terra era collettiva, apparteneva ai contadini che la coltivavano. Di questa esperienza parla anche Ernest Hemingway al suo libro “ Per chi suona la campana”. Questo fu il vero socialismo democratico, autogestito con la partecipazione dei cittadini. Fu poi Salvador Allende per prima volta nella storia a creare uno stato socialista vincendo con libere elezioni democratiche. Le multinazionali e le banche furono nazionalizzate senza indennizzo dando un duro colpo al capitale finanziario che tramò contro Allende organizzando il colpo di stato di Pinochet. Fu dopo questa esperienza che i leader comunisti Europei Enrico Berlinguer, George Marchais e Santiago Carrillo inventavano l’eurocomunismo con il proposito di creare alleanze con la classe media per evitare pericoli di dittature. Cosi nacque l’ idea del compromesso storico che portò piano alla rinuncia a difendere i diritti e le conquiste dei lavoratori. Cosi siamo arrivati alla realizzazione del compromesso storico con la nascita del partito democratico. Un partito che non può governare perché ha due anime ed è troppo eterogeneo.

correa Il compagnoRaffael Correa presidente costituzionale dell’Ecuador

CON I “COMPAGNI” DEL P.D. NON SI VA DA NESSUNA PARTE

Rifondazione comunista e Verdi benché contro la guerra in Afghanistan votarono al epoca la  fiducia a Prodi  con la scusa di non fare cadere il governo e per scongiurare la vittoria di Berlusconi. Ma allora che cosa serve essere di sinistra a parole mentre in pratica si fanno le stesse cose con scuse differenti? Nemesi storica: Rifondazione e Verdi furono rimasti fuori dal parlamento e Berlusconi tornò lo stesso al potere. Il guaio è che molti Italiani hanno bevuto la storia dei sacrifici necessari e della politica lacrime e sangue della Fornero e del Monti giustificando la politica di Bersani.

Ma chi fa una vera opposizione in Italia? Né Vendola nè Ferrero i quali vogliono fare una alleanza con Bersani per poi appoggiare la stessa politica di tagli privatizzazione ed austerità con a capo di nuovo Monti.

Un’altra via è possibile. Questa è la via di Salvador Allende, di Rafael Correa e di Alexis Tsipras. La coerenza paga: Syriza il partito di Alexis Tsipras ora ha il 30% dei consensi mente prima della crisi era al 4,5%. La sua linea  di opposizione dura al sistema neoliberista delle banche  fu premiata dal popolo perché ascolta e esprime le sue esigenze. Qui In Italia la protesta cresce : dai No Tav al movimento dei forconi e soprattutto dall’ascesa del Beppe Grillo e del movimento 5 stelle, un movimento autogestito creato dal basso.

Arrivata l’ora di cambiare. Con Mario Monti l’Italia va incontro alla morte e la recessione, con Silvio Berlusconi l’Italia va a p…. con Bersani va verso un Monti bis a tasse e vessazioni varie tipo la abolizione del contante a tutto vantaggio del banche. Se votate Bersani, o chi l’appoggia, o se votate chi ha appoggiato Monti non venite poi a lamentarvi per la disoccupazione, del caro vita , dei tagli alla sanità alla giustizia ed ai trasporti. Tra non poco, a febbraio sarete chiamati alle urne e questa volta potete far cambiare le cose. Il governo ha fretta di fare le elezioni a febbraio perché ha paura. Come hanno dimostrato le elezioni regionali in Sicilia il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo è il primo partito e perciò si vuol  impedire la presentazione delle liste costringendoci a raccogliere le firme necessarie in 10 giorni.

Cittadini!  Da subito potete andare a firmare in tutti i Comuni isolani per la presentazione delle liste di Beppe Grillo. Nel prossimo weekend troverete tavolini per la raccolta dei firme in tutte le strade principali. Vi chiediamo le vostre firme per fare sentire la VOSTRA voce al parlamento e per cambiare le cose. Anche se non voterete per Grillo almeno firmate per la presentazione delle liste, è in gioco la libertà del dissenso e, la libertà di difendere i vostri interessi. Ma comunque non andate a votare per i partiti che ora appoggiano Monti. Loro non fanno i vostri interessi , fanno gli interessi di David Rocheffeler e delle sue banche!!!

Avanti con Beppe Grillo sino ala vittoria. Voi siete il movimento e voi stessi e con l’aiuto di internet ci indicherete ai deputati del movimento le cose da fare per la giustizia la libertà e la fratellanza e per il benessere collettivo.

Hasta la victoria siempre!!                  che-guevara

 

avv. Antonios Antoniadis

 

 

 

Advertisements