SINISTRA RADICALE Blog dell' avv. Antonios Antoniadis aderente al European Left Party e membro del Syriza sino al tradimento di Tsipras

Contro il neoliberismo capitalista proletari di tutto il mondo unitevi!!

Category: Articoli e post

Il movimento degli indignati ed il rinnegato Tsipras

Il 5 Luglio 2015 il popolo Greco ha respinto il ricatto della troika votando al referendum. Il 62% dei votati ha detto no alle imposizioni del Fondo Monetario Internazionale , la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea. Il popolo era in festa , Tsipras ha avuto le congratulazioni di Fidel Castro e di Nicolas Maduro e poi….. ha fatto una storica capriola trasformando l’orgoglioso NO del popolo Greco ad un si ad un vergognoso memorandum di intesa, con condizioni capestro, per avere in prestito circa 90 miliardi di Euro.

Dal 2010 Tsipras ed il suo partito il Syriza assicuravano che mai e poi mai avrebbero firmato un memorandum di intesa con la odiata troika. Tsipras aveva vinto le elezioni promettendo abolizione della imposta sugli immobili, aumento dei salari, reintroduzione della tredicesima, no tax area di 12.000 Euro la rivendicazione dei danni di guerra e di un prestito forzoso concesso obtorto collo ai nazisti ed una commissione per il controllo della legittimità del debito.

Nutriva la illusione che poteva colpire il capitalismo rimanendo nell’ambito della Unione Europea e della moneta Comune. Ma i partners Europei ci sono comportati da strozzini e lasciato le banche Greche senza liquidità.

La soluzione per uscire dalla trappola esisteva ed assiste tuttora : Sovranità nazionale, moneta nazionale, nazionalizzazione delle banche, sviluppo della agricoltura e della industria interna. Si doveva anche nazionalizzare, senza risarcimento come ha fatto Salavador Allende in Cile.

I Tedeschi devono ai Greci più di 300 miliardi di Euro ed il debito è per un 60% illegale. Frutto di tangenti pagate dalla Siemens e da industrie belliche tedesche a politici Greci corrotti e vendita dei loro prodotti a prezzo doppio.

Manolis Glezos e la eroica presidente della camera dei deputati Zoi Konstantopoulou ( nella foto)Zoi

ci sono dati da fare ma ora Tsipras non ha nessuna intensione di andare ai Tribunali internazionali per queste giuste rivendicazioni. Aveva il popolo dalla sua parte ma non ha avuto la capacità di Rafael Correa il quale ha mandato via dall’Equador Il fondo monetario e si fece cancellare oltre il 60% del debito del suo paese dal Tribunale della Aia.

Tsipras invece fa una vergognosa svolta a destra per rimanere nell’Euro e sottostare ai ricatti dei creditori strozzini manovrati dai vari Rotchild e Rockfaeller .

Ha tradito violando la costituzione e facendo approvare i disegni di legge voluti dai creditori con provvedimenti urgenti per chiudere la bocca agli oppositori al interno del Syriza. Il tradimento più grave è che ha pubblicato in Gazetta Ufficiale una legge incostituzionale in base alla quale il governo Greco prima di portare i disegni di legge in parlamento deve chiedere il permesso alla Troika!!!!

Di fronte a tanti tradimenti ed abusi i deputati della alla sinistra del syriza votano si contro il memorandum ma sono restii a formare un nuovo gruppo parlamentare ho sfiduciare il governo.

Il traditore Tsipras sta diventando un nuovo Stalin e non rispetta né la decisioni del suo partito né la costituzione Greca. Va fermato a tutti i costi. Il fronte del NO deve prendere la forma di un nuovo partito di sinistra radicale. Una sinistra vera che prende dai banchieri per dare al popolo e non in contrario.

Tsipras sei stato una delusione, peccato che ti ho votato!! Sono invece orgoglioso di aver votato per Zoi Kostantopoulou la nostra presidente della Camera. Con lei, con Yannis Varoufakis e con Panagiotis Lafazanis, capo della ala sinistra di Syriza, possiamo vincere!!

La vittoria di Alexis Tsipras in Grecia – Syriza Podemos Venceremos!!!

Alexis e Pablo Syriza podemos venceremos

Come diceva Pablo Neruda nel suo ” Un canto para Bolivar” Lo spirito del Libertador si risveglia ogni 100 anni quando il popolo si risveglia. Il popolo Greco, martoriato dalla austerità ha fatto incarnare , per cosi dire, lo spirito di Simòn Bolivar in Alexis Tsipras. Momenti di gloria per la Grecia che cambia volto. La politica di austerità imposta da una Europa germanocentrica ha avuto un colpo mortale. Un intero popolo ha detto basta , ha fatto sentire la sua voce e portato Alexis Tsipras al governo. La rivoluzione ha avuto inizio : Prima in Grecia e poi a fine anno in Spagna con la vittoria di Podemos ed in Irlanda con Sin Fein.

Il programma di Syriza è ispirato alla equità ed alla giustizia sociale :

Non tax area per chi guadagna meno di 12.000 Euro l’anno, abolizione della tassa sugli immobili que ha portato alla fame milioni di Greci. Aiuto ai più poveri con corrente ellettrica, cibo e trasporti gratis in prima fase per chi guadagna meno di 6.000 Euro l’anno. Riapertura dei 3 canali della televisione pubblica, riassunzione dei statali licenziati o messi in mobilità, salario minimo a 751 Euro e reintroduzione dei contratti colletivi di lavoro in precedenza aboliti dal precedente governo.

Sanità pubblica per tutti ( In Grecia i dissocupati da più di 6 mesi non avevano un assicurazione sanitaria), separazione netta tra Stato e Chiesa; Alexis Tsipras è il primo Premier della storia Greca che non ha fatto giuramento religioso.

RIVENDICAZIONE PER I DANNI DI GUERRA, PER IL PRESTITO FORZOSO ED IL FURTO DEI BENI CULTURALI DURANTE LA OCCUPAZIONE NAZISTA.

Il governo degli Stati Uniti ha fornito al governo Greco gli archivi della Wermacht dove sono catalogati tutti i crimini commessi dal esercito dell’ocupazione nazista. Il party è finito per la plutocrazia Tedesca ed è arivata l’ora di rendere giustizia alle vittime del nazismo.

UN GOVERNO DI SALVEZZA SOCIALE

Molti media Italiani, mal informati sulla situazione in Grecia accusano ingiustamente Alexis Tsipras per aver formato il governo con il partito dei Greci Indipendenti di Panos Kammenos anzichè con il Potami ( il fiume) di Sravros Theodorakis.

Superficialmente i Greci Indipendenti vengono considerati di destra estrema mentre quelli di Potami come socialisti. la realtà è ben diversa : Panos Kamennos ha fatto una ferrea opposizione al governo di Samaras – Venizelos ( versione Greca dell’alleanza Pd – Centro destra italiana) contrastando le politiche di austerità, lo stato di polizia e la corruzione dei politici coinvolti in scandali di forniture militari e relative tangenti. Scandali con ditte tedesche come la Siemens ed una altra società che fabbrica sommergibili. Invece il potami è una creazione del impreditore Greco Yorgos Bobolas, una brutta copia di Berlusconi, il quale svolge attività nel campi di edittoria e televisione e fa appalti di opere pubbliche con soldi in prestito del governo Greco evadendo tasse ed esportando ilegalmente capitali. Il Potami è stato cerato da nulla dalla borgesia Greca con lo scopo di far perdere voti al Syriza come fa ora il movimento Ciudadanos in Spagna creato apposta per fare concorenza al Podemos.

NESSUN PASSO INDIETRO

La Grecia di Tsipras è uno stato sovrano non disposto a subire ricatti e dictat dalla troika ( Fondo Monetario Internzionale, Comissione Europea, Banca Centrale Europea). Il governo precedente cerando allarmismo ha favorito lo svuotamento dei conti bancari lasciando le banche senza liquidità. fatto questo che sfruttano i partner europei ( leggi le borhesie nemiche) per costringere il governo Greco a svendere il paese continunado la politica del governo precedente. Ignorando le pressioni il governo Greco ha votato una legge per aiutare i poveri etremi ed un alta legge per facilitare il pagamento dei debiti fiscali rateiizando il pagamento sino a 100 rate ed ha creato una comissione per la rivendicazione dei danni di guerra e prestiti mai restituiti alla Grecia.

IL DEBITO INSOSTENIBILE DELLA GRECIA E LA SUA CANCELLAZIONE

Un debito pari al 180% del prodoitto interno lordo non è vivibile per nessuno governo al mondo. Mettere tasse a chi non le può pagare serve solo ad aumentare il debito che infatti è salito dal 120% al 180%.

Per il momento il governo Greco con l’accordo ponte che scade a Giugno cerca di prendere tempo posizionando la squadra in campo e crenado alleanze con americani e russi i quali sono pronti a darcii aiuto economico e gli archivi nazisti in loro possesso.

In Giugno scadono Buoni del Tesoro Greci ed il governo non ha i fondi per pagare, non è intenszionato a chiedere un altro prestito e perciò si va verso una remissione del debito o la sua sostituzione con titoli di stato senza scadenza e/o con titoli legati al taso di crescita.

Se la B.C.E, in caso di mancato accordo, dovesse togliere liquidità alle banche greche allora il governo sarà costretto a nazzionalizare le banche ed uscire dall’Euro piuttosto che rinunciare al suo programma.

GREXIT : La uscita della Grecia dall’Euro non è impossibile ma è improbabile. Partirebbe una reazione a catena che porterebbe al crollo del sistemma finanziario mondiale. La testarda politica di austerità tedesca ha costretto il presidente Obama a richimare la sig.ra Merkel. Molti ignorano che quando la Germania è stata riunificata gli accordi internazuonali prevedevano il formale impegno della Germania di non cercare di assumere posizioni di egemonia in Europa e perciò Obama richiama la Gremania agli impegni presi.

I prossimi mesi sarrano caldi, si gioca il futuro dell’ Europa!!

Stay tuned !! State sintonizzati!!!!

Diffidato il sindaco di Roma ad abbatere l’obelisco “Mussolini Dux”

Mussolini Dux

Al Sindaco di Roma

Dott. Ignazio Marino

Via P.E.C. : protocollo.gabinettosindaco@pec.comune.roma.it

 

DIFFIDA EX ART. 328 C.P.

Con molta amarezza ho notato che l’Italia è un paese filofascista o comunque molto tollerante nei confronti del fascismo visto che a Roma davanti al C.O.N.I esiste ancora un obelisco recante la dicitura, a caratteri cubitali : “ MUSSOLINI DUX”; inneggiante al ignobile e vigliacco criminale di guerra Benito Mussolini. Tale sinistro personaggio ha commesso crimini di guerra ordinando al esercito fascista comandato dal generale Graziani di gassare con iprite gli Etiopi e ha permesso, collaborando con i nazisti di Adolf Hitler, la deportazione ed uccisione di migliaia di ebrei, zingari, omosessuali, patrioti e comunisti nei campi di sterminio nazisti e fascisti ( risiera di San Saba, campo di transito di Bolzano).

Tale obelisco costituisce apologia al fascismo e offende la memoria dei partigiani e dei patrioti che persero la vita per la liberazione dell’Italia, e dei soldati, tra i quelli i miei compatriotti Greci che combatterono buttando le truppe fasciste al mare ma anche la memoria di tutti gli ebrei che morirono nei campi di sterminio.

Mussolini fa parte si della storia ma della pattumiera della storia e non fu un grande uomo ma solo un codardo vigliacco capace di gassare la popolazione Etiopica ma perdere le battaglie con gli eserciti regolari in Grecia, in Unione Sovietica ed in Tunisia all’ El Allamein mandando allo sbaraglio a morire migliaia di soldati Italiani per la sua megalomania e le sue mire imperialiste.

L’obelisco è un simbolo di ispirazione per molti emuli del Mussolini che purtroppo si annidano nei servizi segreti nel esercito e nelle forze del ordine:

I paracaduti della Folgore che intonano cori : “Bombe a mano e carezze con pugnal” e poi “ Con la bandiera rossa noi ci puliamo il culo…”.

Il carabiniere Mario Placanica che dopo aver sparato e ucciso Carlo Giuliani passa sopra il suo cadavere con la camionetta tipo Defender con evidente disprezzo per la vita.

Il carabiniere che pochi giorni fa spara a Davide Bifolco di 17 anni, seduto a terra e poi lo ammanetta morto.

I rapitori e violentatori di Franca Rame, il generale Carlo Albero dalla Chiesa che spara e uccide simpatizzanti delle brigate rosse al covo di via Fracchia a Genova cogliendoli nel sonno, Canterini condannato per i fatti del G7 di Genova, l’agente Luigi Spaccarottella che uccide il tifoso della Lazio Gabriele Sandri sparando senza motivo ad altezza d’uomo, omicidio Aldovrandi, omicidio Cucchi, omicidio di Giorgiana Masi, defenestramento di Giuseppe Pinelli dalla finestra della Questura di Milano e tanti altri casi.

Con monumenti tipo l’obelisco del Foro Italico si alimenta il mito di

“ Mussolini grande uomo” e di disvalori e subculture tipo “ Lo stato e l’ordine prima di tutto” il rispetto alle “autorità” ….. e si incoraggiano a sparare bulli di periferia dal grilletto facile di ogni spezie.

Mussolini gassava i poveri etiopi, i carabinieri ed i poliziotti sparano ai più deboli,epoche diverse ma la fonte di ispirazione per tali azioni vigliacche e codarde é la medesima : Il “grande uomo” rectius il criminale di guerra Benito Mussolini.

Tanto permesso

VI DIFFIDO

di rimuovere entro trenta giorni da oggi l’obelisco di cui in narrativa avvertendovi che in caso contrario adirò la Procura di Roma per omissioni di atti d’ufficio e gli adempimenti del caso.

Per ogni effetto di legge e per legale scienza

Ischia 10 Settembre 2014

avv. Antonios Antoniadis

Aderiamo al European Left Party – Partito della Sinistra Europea

Ho chiesto la adesione, a titolo individuale, al partito della Sinistra Europea. Sono convinto che dobbiamo tornare allo spirito della Prima Internazionale tutti uniti contro il capitalismo e le sue ultime espressioni quali il neoliberismo battendosi contro gli interessi dei padroni e dei banchieri.

Buon Natale ai poveri, la rivoluzione la faremmo pure per loro.

Barboni natale Barbone

Il nostrtri stati Grecia dove sono nato ed Italia dove vivo sono governati da politici indegni di tale nome. Mettono in primo piano il guadagno e non l’uomo. In altris stati benchè capitalisti, come in Germania ed i paesi Scandinavi il cittadino anche se povero viene aiutato e non lasciato a dormire nei cartoni nelle notti gelati d’ineverno. Un pò vengono aiutati dalla chiesa la quale fa il suo dovere soltanto parzialmente; mi riferisco alle proprietà sfitte del Vaticano. Se fossi al governo una vera sinistra, come quella di Rafael Correa o di Nicolas Maduro avrebbe trovato una sistemazione per i barboni e magari requisito le case vaticane vuote. In Italia P.D. e P.D.L ed Inn Grecia Pasok e Nuova democrazia anche se apprentamente avversari governano insieme a favore dei banchieri e contro il popolo. Un pensiero di Buon Natale a tutti i barboni e poveri della terra. La rivoluzione la faremmo anche per voi.

Abasso il capitalismo!!

Contro il capitalismo per dare la precedenza all’uomo e non al guadagno!!

Adesso diciamo basta: Mettiamo al primo posto l’uomo e non il guadagno!!!

 

Siamo in piena decadenza. Mentre con le nostre tasse finanziamo una classe politica incapace e spendacciona lo stato ci ripaga con incuria generale, disastri, rifiuti dappertutto, trasporti e sanità in tilt, istruzione solo per i ricchi.

In Italia si trovano solo i soldi per le tangenti, per comprare ipad ed iphone a deputati e consiglieri regionali e stipendi d’oro a politici ed amici degli amici.

Questo con una disoccupazione che supera il 30% e pensioni da fame del’ordine di 400 Euro.

Arrivata l’ora di prendere dai ricchi per dare ai poveri :

Redito di cittadinanza minimo 2.000 Euro compresi pensionati e disoccupati più 1.000 Euro per ogni figlio a carico. tetto massimo di stipendi statali di 5.000 Euro. I soldi ci sono : Basta ridurre pensioni e stipendi alti per fare vivere bene tutti.

Le banche devono diventare monopolio statale e servire cittadini ed imprese mentre ora giocano su aspettative, su cose irreali. La borsa valori va chiusa è immorale vivere speculando senza produrre.

La Crisi attuale ed i partiti

Mentre persino Jorge Bertolio, il papa Francesco, parla dell’ingiustizia sociali il partito democratico fa gli interessi di banche ed assicurazioni. Si fanno pagare cure e medicine mentre gonfiano i prezzi delle prestazioni sanitarie a vantaggio dei vari referenti politici nelle asl. Per esempio una carrozzina da invalido se la paghi privatamente la trovi pure a 150 Euro, tramite la Asl costa circa 700 delle quali circa la metà tangente al referente politico per sbloccare i pagamenti. Mentre i carabinieri non hanno i soldi per la benzina, le scuole per le fotocopie e tribunali ed ospedali sono senza medici e cancellieri cosa si fa? La T.A.V.!!!!

I partiti più a sinistra del P.D seguono la sbagliata strategia trotzkista del entrismo cercando di allearsi con loro per spostare il baricentro della coalizione senza nulla di concetto ottenere.

Grillo ha avuto il merito di unire la protesta degli indignati promettendo una democrazia dal basso  senza mantenere la promessa. Avverso della più elementare organizzazione di partito comanda i suoi tramite twitter e ammazza il movimento con il fuoco amico : espulsioni selvagge attacchi ingiustificati contro Rodotà e contro Milena Gabanini e strategia fallimentare con i mass media. Una volta si prometteva di una piattaforma per permettere ala base di comunicare con i rappresentati al a parlamento ma niente di tutto ciò è stato fatto, abbiamo invece il commando di un capo carismatico.

Serve un partito socialista serio e democratico.

Non è il caso di fare autogol con proclami ideologici e riferimenti a Stalin a Lenin ed ala fallimentare esperienza sovietica.

Bisogna farla finita con il compromesso storico e seguire la strada dei socialisti latino americani : Evo Morales, Rafael Correa ed il compianto comandate Hugo Chávez degnamente sostituito da Nicolas Maduro.

Lavorare con i poveri per i poveri , rispettare la libertà di pensiero, cercare alleanze dappertutto seguendo l’esempio della teologia della liberazione…..

Unire e non dividere come fa il Syriza in Grecia e Die LInke in Germania creare un fronte anticapitalista per il cambiamento della società. Rispettare le diversità e tornare alle monete nazionali.

Basta con tagli e privatizzazioni. I diritto ala locomozione, alla istruzione, alla sanità deve essere a carico della fiscalità generale. Autobus treni ed uffici postali devono funzionare anche se in perdita per rendere un servizio al cittadino e non al capitale!!

Dobbiamo organizzarsi, fare controinformazione ed un partito serio con scuola per i quadri e non permettere che ogni nuovo tesserato possa decidere la linea politica del partito.

Contro il capitalismo lotta dura per il socialismo e la democrazia diretta!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MORIRE PER L’EQUITALIA? NO GRAZIE!!

 

Don Gallo che non è un pericoloso comunista bensì un prete dice : “ Se ora la gente si suicida per debiti in seguito comincerà a uccidere.”

La disperazione porta a questo e chi crea la disperazione è il sig. Monti presidente del consiglio per disgrazia di Dio e per la rabbia degli Italiani. Complici sono il partiti che lo sostengono tra qui il Partito Democratico di Bersani che da ex comunista si è trasformato in paladino del neoliberismo e servo delle banche.

Equitalia è l’agente di riscossione per le entrate di stato, regioni, comuni ed ordini professionali. Malgrado il nome è poco equo poco efficiente e fonte do ingiustizie e soprusi. Prima di tutto “ci privano” chiedono il pagamento di somme prescritte tra l’altro. La prescrizione va eccepita davanti al giudice con la opposizione alla esecuzione pagando bolli ed avvocati, se invece si paga no si ha diritto di avere indietro i soldi.

Mi è capitato, e non sono l’unico a vincere dinnanzi al giudice una causa avente oggetto opposizione a cartella esattoriale per una multa elevata dai carabinieri, il giudice mi da ragione e compensa le spese. Dopo un anno arriva di nuovo la cartella per la stessa multa e questa volta il giudice condanna Equitalia a 700 Euro di spese puntualmente pagate da Equitalia. Poi per lo stesso fatto poi Equitalia esegue fermo amministrativo alla macchina e viene condannata  pure alle spese per un importo più consistente.

Equitalia lavora a compartimenti stagni. Al’ufficio contabilità arriva una sentenza con nota spese o precetto dell’avvocato e viene pagata nel giro di 10 – 15 giorni ma non viene avvisato l’ufficio contenzioso che la cartella è stata annullata e si va avanti.

Spesso e volentieri Equitalia non rispetta le sentenze dei giudici. Per una sentenza che annulava un avviso di fermo il giudice ordinava la cancellazione del fermo a cura e spese dell’Equitalia. Portato la sentenza nei loro uffici pretendevano anche lo sgravio dell’ente impositore!!!!

In generale Equitalia è restia a sentire le ragioni del cittadino e come una qualsiasi impresa commerciale cerca di incassare il più possibile senza sentire le ragioni dei cittadini.

Che fare contro tali prepotenze?

A) Rimedi legali

1) In primis consultare un associazione dei consumatori o un avvocato. Nel sud Italia gli avvocati sono troppi ed il lavoro manca e l’avvocato vi farò pagare solo i bolli o anche niente perché poi sa che sarà la Equitalia a perdere la causa e pagare. Al nord ci sono meno avvocati che trattano cause di poco conto e potrebbe essere una buona idea rivolgersi ad una associazione dei consumatori.

2) Inoltre per quel che riguarda le cartelle esattoriali riguardanti violazioni del codice della  strada, specie quelle di importo più elevato, conviene opporsi anche in caso che avete torto. Il giudice intanto sospende la esecuzione e la causa può durare anche 3 anni. Poi se si perde la causa Equitalia rimanda una nuova cartella anziché esigere la esecuzione della sentenza la quale passati 5 anni dalla infrazione stradale sarà prescritta.

3) Consultare sempre un legale. Voi ragionate in termini : ho ragione – ho torto ma come ogni avvocato sa la maggior parte delle cause si vince per cavilli legali. La cartella esattoriale per violazioni del codice della strada è prescritta in 5 anni dal fatto se eravate presenti ala contestazione ed avete firmato oppure dalla notifica della commessa infrazione. Poi ci sono varie regole sule notifiche. Per esempio notifica al cugino o al cognato senza la dicitura “convivente” non è valida. Poi se la notifica viene fatta non a voi direttamente ma alla moglie al marito o altra persona terza le poste devono farvi una raccomandata avvisandovi che la consegna è stata effettuata in mano ad un terzo. Allora non disperatevi e provate a mettere il bastone tra le ruote bloccando il meccanismo di riscossione.

2) Rimedi politici e proteste.

A) Coinvolgere mass media e trasmissioni come le Iene o striscia la notizia è una buona idea oppure incatenarsi davanti ai cancelli della equitalia o manifestare indignati davanti alla sede equitalia per i fenomeni aventi più rilevanza sociale. Adesso con la imposizione dell’IMU si rischia a lungo andare in pignoramento della propria abitazione se non si è in grado di pagare.

In Grecia il governo con legge incostituzionale prevede pesanti “una tantum” per i proprietari di case e appartamenti per somme che ammontano sempre a più di 500 Euro da pagarsi con la bolletta della luce.

In Grecia chi per principio, chi per mancanza di soldi, in milioni non hanno pagato la tassa portando la Enel Greca a pesanti debiti che non permettono il pagamento dello stipendio dei propri dipendenti ed il pagamento della energia acquistata.

Furono creati da Syriza e Partito Comunista dei comitati di contrasto a esecuzioni e tagli di energia elettrica con squadre di ripristino della corrente staccata. Il fenomeno è di rilevanza sociale ed il governo ben si guarda dal mandare la polizia in forze per il ripristino della “legalità”.

B) Pressione ai partiti politici e creazioni di lobby : “Bersani se appoggi Monti che con IMU vuol fare pignorare le nostre case non ti votiamo più.

C) Appoggio politico dei movimenti di protesta come il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo e disobbedienza civile generalizzata.

Morire per Equitalia? No grazie!! Mandiamo a casa il governo Monti e mettiamo il bastone tra le ruote all’ingiusto sistema di riscossione.

Nei paesi Scandinavi se non sei in grado di pagare ti annullano persino i debiti privati qui invece pensano ai numeri e non ala vita del popolo.

UNIAMOCI PER ABBATTERE IL GOVERNO MONTI E DEI PARTITI CHE LO SOSTENGONO!!

 

Intervista di Alexis Tsipras a Guardian

http://www.guardian.co.uk/world/2012/may/18/greek-leftist-leader-alexis-tsipras

Il primo partigiano contro il nazismo

Image

Manolis Glezos insieme ad Apostolos Santas la notte tra il 30 el 31 maggio 1941 strapparono la bandiera nazista dalla Acropoli di Atene dando inizio ala resistenza. Più volte in carcere per le sue idee ora alla venerabile età di 92 anni è il padre spirituale di Syriza e deputato ala circoscrizione nazionale del medesimo partito.

Il leader del cambiamento

Image