Contro Monti ed Equitalia

SINISTRA RADICALE

Proletari di tutti i paesi unitevi!!

In Grecia Syriza ( Coalizione della sinistra radicale) sta riscuotendo un grande sucesso. Alle elezioni politiche del 2009 aveva circa il 4,5% ed ora alle elezioni politiche del 6 maggio 2012 circa il 17%. Con questa precentuale è il secondo partito in Grecia dopo la Nuova democrazia che ne tiene il 19% ma grazie una legge elettorale truffa riceve un bonus di 50 seggi sui 300 al parlamento.

In Grecia prima dele lezioni del 6 Maggio esisteva il governo di Loukas Papadimos, uomo di fiducia dell’establishment bancario, appogiato da 2 partiti che sin ora monopolizzavano la politica Greca: La nuova democrazia ed il Pasok ( Movimento socialista panellenico). Due partiti borghesi che apoggiano un neoliberismo sfrenato alla merce delle banche.

Come del resto in Italia ove il partito democratico ed il popolo delle libertà appoggiano il governo Monti. Sia in Italia sia in Grecia i 2 maggiori partiti interpetavano a modo diverso la politica del Fondo monetario internazionale, della banca centrale europera e del capitale finanziario in generale.

Syriza in Grecia è riuscito a dare espressione alla indigrazione della gente e si avvia a vincere le nuove elezioni del 17 giugno 2012.

Palladino dei diritti dei più poveri ed accerimo nemico dei vari memorandum di intesa imposti da Unione Europea e della sig.ra Merkel in particolare ribadisce il diritto dei Greci di avere diritti e ricevere evenualmente prestiti Europei ma senza interferire ala politica interna imponendo il licenziamento di 120.000 statali o tagliando i stipendi minime portandoli a 500 Euro come vuole frau Merkel.

Il precedente governo , servo delle banche, con legge incostituzionale impose tasse patrimoniali una tantum di oltre 500 Euro da pagare insieme alla corrente ellettrica. Syriza ed altri partiti di sinistra oltre ad invitare il popolo al non pagare crearono comitati popolari di autodifesa respingendo esatori vari e ripristinando la fornitura di energia elettrica.

In Italia la sinsista storica è anaquata e non trova di meglio che fare alleanze con il partiti democratico mentre aspira a qualche poltrona con risultati ellettorali che possono arrivare al 5- 10%.

E venuta l’ora di costruire una vera sinistra radicale anche in Italia.

Abasso il capitale!!

Proletari di tutti i paesi unitevi!!

Advertisements