La vittoria di Alexis Tsipras in Grecia – Syriza Podemos Venceremos!!!

Alexis e Pablo Syriza podemos venceremos

Come diceva Pablo Neruda nel suo ” Un canto para Bolivar” Lo spirito del Libertador si risveglia ogni 100 anni quando il popolo si risveglia. Il popolo Greco, martoriato dalla austerità ha fatto incarnare , per cosi dire, lo spirito di Simòn Bolivar in Alexis Tsipras. Momenti di gloria per la Grecia che cambia volto. La politica di austerità imposta da una Europa germanocentrica ha avuto un colpo mortale. Un intero popolo ha detto basta , ha fatto sentire la sua voce e portato Alexis Tsipras al governo. La rivoluzione ha avuto inizio : Prima in Grecia e poi a fine anno in Spagna con la vittoria di Podemos ed in Irlanda con Sin Fein.

Il programma di Syriza è ispirato alla equità ed alla giustizia sociale :

Non tax area per chi guadagna meno di 12.000 Euro l’anno, abolizione della tassa sugli immobili que ha portato alla fame milioni di Greci. Aiuto ai più poveri con corrente ellettrica, cibo e trasporti gratis in prima fase per chi guadagna meno di 6.000 Euro l’anno. Riapertura dei 3 canali della televisione pubblica, riassunzione dei statali licenziati o messi in mobilità, salario minimo a 751 Euro e reintroduzione dei contratti colletivi di lavoro in precedenza aboliti dal precedente governo.

Sanità pubblica per tutti ( In Grecia i dissocupati da più di 6 mesi non avevano un assicurazione sanitaria), separazione netta tra Stato e Chiesa; Alexis Tsipras è il primo Premier della storia Greca che non ha fatto giuramento religioso.

RIVENDICAZIONE PER I DANNI DI GUERRA, PER IL PRESTITO FORZOSO ED IL FURTO DEI BENI CULTURALI DURANTE LA OCCUPAZIONE NAZISTA.

Il governo degli Stati Uniti ha fornito al governo Greco gli archivi della Wermacht dove sono catalogati tutti i crimini commessi dal esercito dell’ocupazione nazista. Il party è finito per la plutocrazia Tedesca ed è arivata l’ora di rendere giustizia alle vittime del nazismo.

UN GOVERNO DI SALVEZZA SOCIALE

Molti media Italiani, mal informati sulla situazione in Grecia accusano ingiustamente Alexis Tsipras per aver formato il governo con il partito dei Greci Indipendenti di Panos Kammenos anzichè con il Potami ( il fiume) di Sravros Theodorakis.

Superficialmente i Greci Indipendenti vengono considerati di destra estrema mentre quelli di Potami come socialisti. la realtà è ben diversa : Panos Kamennos ha fatto una ferrea opposizione al governo di Samaras – Venizelos ( versione Greca dell’alleanza Pd – Centro destra italiana) contrastando le politiche di austerità, lo stato di polizia e la corruzione dei politici coinvolti in scandali di forniture militari e relative tangenti. Scandali con ditte tedesche come la Siemens ed una altra società che fabbrica sommergibili. Invece il potami è una creazione del impreditore Greco Yorgos Bobolas, una brutta copia di Berlusconi, il quale svolge attività nel campi di edittoria e televisione e fa appalti di opere pubbliche con soldi in prestito del governo Greco evadendo tasse ed esportando ilegalmente capitali. Il Potami è stato cerato da nulla dalla borgesia Greca con lo scopo di far perdere voti al Syriza come fa ora il movimento Ciudadanos in Spagna creato apposta per fare concorenza al Podemos.

NESSUN PASSO INDIETRO

La Grecia di Tsipras è uno stato sovrano non disposto a subire ricatti e dictat dalla troika ( Fondo Monetario Internzionale, Comissione Europea, Banca Centrale Europea). Il governo precedente cerando allarmismo ha favorito lo svuotamento dei conti bancari lasciando le banche senza liquidità. fatto questo che sfruttano i partner europei ( leggi le borhesie nemiche) per costringere il governo Greco a svendere il paese continunado la politica del governo precedente. Ignorando le pressioni il governo Greco ha votato una legge per aiutare i poveri etremi ed un alta legge per facilitare il pagamento dei debiti fiscali rateiizando il pagamento sino a 100 rate ed ha creato una comissione per la rivendicazione dei danni di guerra e prestiti mai restituiti alla Grecia.

IL DEBITO INSOSTENIBILE DELLA GRECIA E LA SUA CANCELLAZIONE

Un debito pari al 180% del prodoitto interno lordo non è vivibile per nessuno governo al mondo. Mettere tasse a chi non le può pagare serve solo ad aumentare il debito che infatti è salito dal 120% al 180%.

Per il momento il governo Greco con l’accordo ponte che scade a Giugno cerca di prendere tempo posizionando la squadra in campo e crenado alleanze con americani e russi i quali sono pronti a darcii aiuto economico e gli archivi nazisti in loro possesso.

In Giugno scadono Buoni del Tesoro Greci ed il governo non ha i fondi per pagare, non è intenszionato a chiedere un altro prestito e perciò si va verso una remissione del debito o la sua sostituzione con titoli di stato senza scadenza e/o con titoli legati al taso di crescita.

Se la B.C.E, in caso di mancato accordo, dovesse togliere liquidità alle banche greche allora il governo sarà costretto a nazzionalizare le banche ed uscire dall’Euro piuttosto che rinunciare al suo programma.

GREXIT : La uscita della Grecia dall’Euro non è impossibile ma è improbabile. Partirebbe una reazione a catena che porterebbe al crollo del sistemma finanziario mondiale. La testarda politica di austerità tedesca ha costretto il presidente Obama a richimare la sig.ra Merkel. Molti ignorano che quando la Germania è stata riunificata gli accordi internazuonali prevedevano il formale impegno della Germania di non cercare di assumere posizioni di egemonia in Europa e perciò Obama richiama la Gremania agli impegni presi.

I prossimi mesi sarrano caldi, si gioca il futuro dell’ Europa!!

Stay tuned !! State sintonizzati!!!!

Advertisements