Denunciato Alexis Tsipras per alto tradimento

AL PROCURATORE DI AREIOS PAGOS (Cassazione Greca)

Esposto – Denuncia (Art. 10 Costituzione)

CONTRO IL SIG. ALEXIS TSIPRAS PRIMO MINISTRO

DELLA REPUBBLICA ELLENICA

PER VIOLAZIONE DEL ART. 134 Codice Penale

Io sottoscritto Antonios Antoniadis nato ad Atene il 31.07.1954, figlio di Kimon Hatziantoniadis e di Kalliope Htaziantoniadou nata Karvouni, residente in Italia Via Quadro 27/D – 80070 Sant’Angelo di Ischia (NA) avvocato iscritto al consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli con tessera di avvocato n. AA014695

CHIEDE

la punizione penale d’ufficio del primo ministro Greco sig. Alexis Tsipras per il reato di altro tradimento secondo l’art. 134 del codice penale e precisamente del comma b il quale testualmente recita:

“Viene punito con l’ergastolo o pena detentiva temporanea chi, escluso il caso del comma precedente:

a) tenta con violenza o minaccia di violenza oppure abusando della sua qualità di organo dello stato tenta di abolire o alterare o rendere inoperante temporaneamente o in perpetuo il regime democratico fondato sulla sovranità popolare o i principi fondamentali e le istituzioni del regime democratico

b) tenta con i mezzi di cui al comma precedente e con modo idoneo al disturbo del quieto funzionamento del regime di privare o ostacolare il Parlamento, il Governo o il primo ministro nel esercizio del potere che compete a loro secondo la costituzione o che tenta di costringere questi organi di fare o evitare di fare azioni che competono a loro nel esercizio del loro potere

c) esercita o ha esercitato il potere che lui o altro ha usurpato con i mezzi e le maniere vietate previste da questo articolo”.

Visto l’articolo del codice penale sopra citato i motivi per cui si chiede la punizione penale del primo ministro Alexis Tsipras sono in particolare i seguenti:

Il sig. Alexis Tsipras ha firmato un accordo di finanziamento di seguito convalidato con la legge n. 4335/2015 pubblicato in gazzetta ufficiale , primo fascicolo, n. 80 del 16 Luglio 2015. Nella pagina 756 è scritto testualmente: “Il governo deve riunirsi ed accordarsi con le istituzioni Europee per tutti i progetti di legge relativi ai vari settori relativi al accordo di finanziamento con anticipo temporale sufficiente prima della introduzione dei progetti di legge per la pubblica discussione o la loro introduzione al parlamento….”

Con tale vergognosa frase, il sig. Alexis Tsipras priva il parlamento Ellenico del diritto di legiferare e contemporaneamente consegna la sovranità nazionale nelle intenzioni e nei capricci dei creditori e della troika in contrasto con la volontà del popolo Ellenico il quale con referendum ha espresso la sua opposizione al ricatto dei creditori e cosi viola l’art. 52 della costituzione, che garantisce appunto la libera e inalterata espressione della volontà popolare, alterando appunto la volontà popolare.

Tale vergognosa frase viola inoltre l’art. 73 della Costituzione secondo il quale il diritto di proposte di legge spetta al parlamento ed al governo e naturalmente senza previo benestare di stati esteri o istituzioni europee tra l’altro nemiche della Grecia.

Il signor Alexis Tsipras dolosamente agisce contro l’interesse nazionale abolendo la commissione di verifica per il debito secondo la quale risulta che il debito è illegale. I Tedeschi ci hanno venduto sommergibili difettosi al doppio del loro valore commerciale ed anche carri armati Leoprad senza armamento pagando tangenti per le quali è stato condannato dai Tribunali Ellenici l’ex ministro della difesa sig. Akis Tsoxatzopoulos.

Il professore di diritto costituzionale della università nazionale e capodistriana di Atene George Kassimatis in una sua pubblicazione si esprime riferendosi all’accordo di finanziamento, caratterizzandolo cosa mai vista per il fatto che è stato pubblicato in gazzetta ufficiale in lingua Inglese senza la firma degli organi competenti ed il benestare del plenum del parlamento come la legge dispone.

Tanto premesso il sottoscritto chiede lì espletamento di indagini al riguardo ed il conseguente esercizio della azione penale nei confronti del primo ministro Ellenico Alexis Tsipras per il reato di alto tradimento.

Indica come persone informate sui fatti e capaci di meglio inquadrare le violazioni di legge e della Costituzione commesse i sig.ri:

1) Zoe Kostantopoulou ex presidente della Camera dei Deputati

2) George Kassimatis professore di diritto costituzionale della università nazionale Capodistriana di Atene.

Atene 05.01.2016

Antonios Antoniadis.

L’esposto denuncia è stato depositato alla cancelleria di Areios Pagos in data 08.01.2016 e protocollata con il n. 67.

Per la legislazione Ellenica il Tribunale deve comunicare l’archiviazione o il rinvio al giudizio. Sino ad oggi 29 maggio 2016 la suprema corte non si è espressa.

È in atto una petizione popolare di sostegno all’indirizzo:

https://secure.avaaz.org/el/petition/Ston_Elliniko_Lao_Stirixi_se_minysi_kata_toy_prothypoyrgoy_Alexi_Tsipra_gia_eshati_prodosia/?pv=9

Tutti possono firmare. Per il momento abbiamo raccolto circa 12.000 firme.

Advertisements